11/12/2018

La tecnologia agisce ancora per un bene superiore?

Generale, Intellectual Property, Tecnologia

tecnologia

Sorry, I’d rather read the original post.

I problemi di Google con la questione delle molestie sessuali, il numero crescente di critiche all’apertura delle nuove sedi di AmazonApple sempre più schiva nel rispondere alle domande sulla sua evasione fiscale, e come dimenticare lo scandalo di Facebook sulle elezioni, sulle problematiche di privacy e dei big data: serpeggia sempre più l’idea che le grandi aziende tech siano “troppo grandi perché possano sopravvivere“. Stanno deludendo le aspettative che i consumatori riponevano nella tecnologia come mezzo per migliorare il proprio stile di vita, e la loro rapida discesa dallo stato di grazia è una spia luminosa che non andrebbe trascurata.

Anche le voci dei dipendenti delle suddette aziende stanno aumentando, spingendo l’agenda della C-suite su tematiche controverse come l’inclusione, la trasparenza, la diversità, il codice etico e l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale come arma.

Al centro di tutto questo gioco di forze c’è la fiducia, l’unico grande imperativo per le aziende (e a dirla tutta, dell’intera società).

La policy che è alla base delle nuove tecnologie, ovvero di crearle per un bene superiore e per proteggere le persone, chiede un forte engagement, sia da parte del pubblico che del privato. La chiave risiede nella collaborazione tra le parti.

In un mondo di sfiducia, ci si aspetta che sia il business a condurre il gioco. Quindi, cos’è che può fare questo settore per ispirare fiducia? “I brand ora sono spinti ad andare oltre i loro notori interessi e a diventare fautori di una società migliore,” ha affermato il presidente e CEO Richard Edelman.
Per guadagnare fiducia i brand devono agire con uno scopo e prendere posizione su problematiche che mostrino i loro valori.
L’ONU ha dato 17 obiettivi sostenibili da raggiungere entro il 2020 che le aziende possono scegliere e abbracciare:

tecnologia

 

Per sapere di più su come i brand dovrebbero porsi nei confronti dei consumatori, Edelman ha rilasciato lo studio sui trend della comunicazione, l’Earned Brand Study.

Scarica il Global Report – 2018 Earned Brand Study

Please update your browser.

This website requires Chrome, Firefox, Safari or Internet Explorer 9+